© 2018 OMPHALOS. Tutti i diritti riservati.  Privacy policy.

Complesso parrocchiale Santa Famiglia di Nazareth

«L'edificio originario, un'architettura modesta sia dal punto di vista della concezione degli spazi sia da quello delle soluzioni linguistiche, era rimasto incompiuto. 

Senza modificare radicalmente il volume, ma rileggendo attraverso una sapiente quanto contenuta azione di ridefinizione plastica delle superfici, Andrea Caporali è riuscito a dar vita a una nuova identità architettonica. 

E' nell'adeguamento liturgico che sensibilità e l'intelligenza da lui dimostrata raggiungono i risultati migliori. Lo spazio interno è infatti completamente ripensato sia dal punto di vista della sua organizzazione planimetrica sia da quella degli aspetti legati alla celebrazione del rito. L'ingresso è stato spostato così come il presbiterio. Il nuovo orientamento consente disporre in modo più appropriato il battistero, la penitenzieria, la Custodia Eucaristica, opere dello scultore G. Ruggeri. L'altare realizzato in un blocco cubico di marmo 

rosso siciliano, l'ambone e la cattedra, in marmo di Billiemi, formano un sistema di poli liturgici legati da un equilibrio gravitazionale che li distanzia nel momento stesso in cui li attrae. La Via Crucis in formelle di vetro è stata disegnata dall'artista F. Paternò. In questa opera intensa e raccolta una attenzione particolare è stata rivolta alla luce. All'aula originale, articolata virtualmente in due ambienti dall'illuminazione scarsa e indecisa, si è sostituito un interno unitario, animato da un chiarore diffuso, centrato sui toni caldi, un chiarore che si accende nella parete di fondo del presbiterio, composta da una sorta di mosaico tridimensionale. Migliaia di tessere quadrate in terracotta maiolicata variamente aggettanti sul loro supporto, creano un piano articolato che intercetta e riflette i raggi luminosi. Si crea così una vibrazione cromatica che investe tutta l'aula.»  

                                                        Franco Purini

Luogo:
Barrafranca (EN) / Sicilia (Italia)
Co-progettista:
Ing. Gioacchino Laneri
Tipologia di intervento:
Adeguamento e completamento
Anno di realizzazione:
2007
Pubblicazioni e riconoscimenti:
Menzione speciale Premio Culotta
Convegno C.N.A.P.P.C. 2007
U.I.A. World Congress 2008
Paesaggio Urbano n°02/2009
Architettura Sacra Altamore 2015
Fotografie:
Nunzio Battaglia